“Ripuliamo l’Abruzzo”, il Comune di Lanciano nel progetto che mette giovani e ambiente al centro

“Ripuliamo l’Abruzzo – La terra nelle nostre mani” è un progetto di volontariato ambientale che ha come obiettivo la riqualificazione di quante più possibili aree verdi, coinvolgendo la cittadinanza  che ne vive la quotidianità. E così l’associazione Fare Verde Chieti-Pescara e l’Ente di Terzo Settore Opes hanno deciso di impiegare i propri volontari, iniziando dai 104 comuni della provincia di Chieti, tra cui il Comune di Lanciano, chiedendo loro di aderire al progetto.

A seguito dell’adesione, che non comporta alcun costo a carico del Comune, si concluderà la prima fase del progetto, intervallato da un momento di confronto con le amministrazioni e si procederà con gli interventi sul territorio. Si parte dalla bonifica di parchi, strade secondarie o aree verdi e attività di sensibilizzazione, convegni, educazione ambientale nelle scuole, escursioni guidate.

«Abbiamo deciso di aderire al progetto perché ci rendiamo conto ogni giorno di più di quanto sia necessaria l’educazione ambientale fin da piccoli – afferma l’assessore all’Ambiente, Tonia Paolucci – Nel progetto si inseriranno anche tutte quelle buone pratiche legate al contratto di fiume Feltrino di cui il Comune di Lanciano è capofila».

I comuni che aderiscono al progetto si impegnano a diffondere una cultura orientata alla protezione dell’ambiente e di difesa della biodiversità, educare al rispetto della terra, delle nostre radici e del nostro stesso futuro, promuovere il volontariato ambientale in tutte le sue forme, salvaguardare le zone d’interesse naturalistico e potenziare la rete di aree verdi urbane e periurbane e e divulgare la cultura ecologica tra le nuove generazioni al fine di instaurare un corretto rapporto con la natura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *